venerdì 2 gennaio 2009

Sondaggi: per Ipr l'Idv è il terzo partito

Mentre il Pd rimane ancora al di sotto della soglia del 30% a 5 punti dalle Politiche, l'Italia dei Valori per la prima volta viene segnalata al di sopra della Lega Nord in un sondaggio politico-elettorale

Si riparte con l'Italia dei Valori terzo partito del Paese. Nel mese di dicembre l'unico sondaggio disponibile circa le intenzioni di voto degli italiani è stato quello di Ipr marketing, realizzato tra il 20 novembre e il 4 dicembre e pubblicato il 16. Secondo questa rilevazione il divario tra centrodestra e centrosinistra scenderebbe a 10 punti dai circa 15 rilevati da quasi tutti gli istituti di sondaggi nei mesi scorsi a partire dal dopo-elezioni. Scenderebbero infatti sotto il muro del 50% la coalizione composta da Popolo della Libertà, Lega Nord e Movimento per l'Autonomia e sotto il 40% il Pdl berlusconiano (nel 90% dei casi da giugno in poi era dato al di sopra di quella soglia).
Calerebbe, secondo Ipr, oltre al Pdl (39%) anche la Lega (7,5%, al di sotto delle medie precedenti), mentre rimarrebbe nella norma l'Mpa (0,9%).
Il centrosinistra, invece, ottiene per Ipr il 36,8% dei consensi. Il 28% il Partito Democratico, l'1% i Radicali e il 7,8% l'Italia dei Valori di Antonio di Pietro, un vero boom per il partito dell'ex pm, che per la prima volta supera nei sondaggi la Lega Nord.
Bassissimo rispetto alle Europee di 5 anni fa, quando superò ampiamente la soglia del 10% è il dato relativo alla Sinistra radicale (5,5%), trainata da Rifondazione Comunista che da sola otterrebbe il 2,3% dei voti. Fermi allo 0,6% i Comunisti Italiani e all'1,3% sia i Verdi che Sinistra Democratica.
In crescita rispetto alle ultime Elezioni Politiche il Partito Socialista (1,3%), in calo La Destra (1,5%).

Nessun commento: