giovedì 6 marzo 2008

Sondaggio Ispo a Porta a Porta

Dalla prima metà di febbraio ad oggi praticamente tutti i principali istituti di ricerca danno la Sinistra Arcobaleno in calo: anche Ispo conferma questo trend.

Il 4 marzo a Porta a Porta è stato presentato di nuovo un sondaggio di Ispo s.r.l. riguardante le intenzioni di voto per le prossime elezioni politiche. L'ultimo sondaggio completo pubblicato da Ispo era stato effettuato l'11 febbraio (data interviste). A distanza si oltre 20 giorni la coalizione di centrosinistra risulta ferma al 37,5%, col partito Democratico che guadagna un punto e mezzo dal 33 al 34,5% e l'Italia dei Valori che cala dal 4,5 al 3%.
Perde, invece, un punto la coalizione guidata da Silvio Berlusconi passando dal 45 al 44%. Il popolo della Libertà scende dal 40 al 38,5%, mentre guadagna mezzo punto la Lega dal 5 al 5,5%.
Secondo Ipso, poi, così come hanno rilevato nei loro sondaggi finora pubblicati da tre settimane a questa parte quasi tutti i principali istituti (Ipr Marketing, Swg, Demoskopea, Crespi Ricerche e Ipsos), c'è una flessione della Sinistra Arcobaleno, che, per Ispo, passa dall'8,5 al 7%. Il calo della sinistra radicale dai vari autori viene stimato dal mezzo punto al punto e mezzo. Nelle ultime rilevazione nessuno, come avevano fatto a febbraio Crespi Ricerche, Demoskopea e lo stesso Ispo, atttribuisce percentuali superiori all'8% alla Sinistra Arcobaleno.
L'Udc passa dal 6 al 6,5%.
La Destra dal 3 al 2,5%.

Nessun commento: