giovedì 20 marzo 2008

Sondaggio Ipsos: distacco Pd-Pdl da 7,5 a 6,5 punti, cresce solo il partito di Veltroni

Il quarto sondaggio pubblicato nella settimana 6 è quello della Ipsos di Pagnoncelli, presentato a Ballarò, che descrive la riduzione di un punto del divario tra Pd e Pdl. La coalizione di centrosisnistra guidata da Veltroni aumenterebbe i suoi consensi di tre decimi di punto, crescendo dal 37,8 al 38,1% per effetto dell'aumento dei voti del Partito Democratico, che secondo Ipsos passerebbe dal 33,3 al 33,7%, mentre otterrebbe un decimo di punto in meno della settimana scorsa l'Italia dei Valori, ferma al 4,4%. Nel centrodestra invece calano sia Popolo della Libertà che Lega Nord, mentre il Movimento per l'Autonomia resta stabile allo 0,2%. Il Pdl viene valutato al 39,4%, 0,6 punti in meno rispetto alla precedente rilevazione Ipsos della settimana scorsa, mentre la Lega Nord cala di 0,1 punti fermandosi al 5%.
Per quanto riguarda i partiti minori restano stabili al 6,9% la Sinistra Arcobaleno e allo 0,9% il Partito Socialista.
Subiscono lievi flessioni La Destra, che passerebbe dal 2,1 all'1,9%, e l'Unione di Centro di Casini, che scende dal 6 al 5,9%.
Questo sondaggio conferma quanto notato negli altre tre pubblicati per questa settimana: per ora, infatti notiamo sempre crescite del Pd e flessioni di Popolo della Libertà, Mpa e Udc. La media settimanale che pubblicheremo prossimamente sarà certamente più chiara.

Nessun commento: