lunedì 3 marzo 2008

Sondaggio Ipr: calano gli indecisi, crescono solo Pd e Idv

Ipr marketing, col sondaggio pubblicato oggi, descrive un recupero di 2 punti percentuali avvenuto tra il 19 e il 29 febbraio della coalizione Partito Democratico-Italia dei Valori su quella formata da Popolo della Libertà e Lega Nord.
Innanzitutto, gli indecisi calano dal 27 al 20%.
Crescono di un 1% il Pd e di mezzo punto Idv.
Perdono mezzo punto la destra (dal 3 al 2,5%), l'alleanza Udc-Rosa Bianca, che comunque mantengono un ottimo 7% di consensi, e la Sinistra Arcobaleno, piantata al 7,5%. Il calo di un punto della lega Nord (dal 5,5 al 4,5%) è in parte compensato dallo 0,5% di voti del Movimento per l'Autonomia non presenti nel centrodestra nella scorsa rilevazione.
Stabili Pdl e partito Socialista.
Da segnalare poi le new entry Partito comunista dei lavoratori e Sinistra Critica, valutate rispettivamente allo 0,5 e allo 0,1%.
I dati oggettivamente di maggior rilievo sono due: primo, la sola crescita (in parte dovuta sicuramente all'alleanza con i Radicali) è quella della coalizione di centrosinistra; secondo, gli indecisi si stanno indirizzando prevalentemente verso Partito Democratico e Italia dei Valori. Ciò, soprattutto se dovesse avere conferma anche nei sondaggi degli altri istituti, dà maggiori speranze al centrosinistra di agguantare perlomeno un pareggio al Senato con la conquista di qualche regione in bilico in più del previsto.
Sinistra Arcobaleno e Lega Nord, invece, essendo le forze politiche con un elettorato maggiormente radicato sono quelle meno predisposte a crescere da qui al 13 aprile. Gli indecisi si orienteranno quasi esclusivamente verso i partiti maggiori.

Nessun commento: