venerdì 14 marzo 2008

Sondaggio Demopolis del 13 marzo

Dopo 14 giorni abbiamo una nuova rilevazione Demopolis circa le intenzioni di voto degli italiani alle prossime elezioni politiche del 13 e 14 aprile. Il sondaggio che risale al periodo 10-13 aprile attribuisce al centrosinistra guidato da Walter Veltroni il 37% di consensi, 7 punti in meno del 44% che otterrebbero secondo Demopolis il centrodestra di Fini e Berlusconi. Rispetto al periodo 25-28 febbraio il divario tra le due principali coalizioni si riduce di un punto per effetto del calo del Popolo della Libertà.
Guadagna mezzo punto il Partito Democratico, che passa dal 33 al 33,5%, mentre scende l'Italia dei Valori dal 4 al 3,5%. Il Popolo della Libertà perde un punto scendendo al 38%. Invariate Lega Nord e Movimento per l'Autonomia, ferme rispettivamente al 5 e all'1%.
Demopolis segnala, così come diverse rilevazioni di altri istituti, l'ennesimo avvicinamento tra sinistra radicale e la nuova formazione centrista. In due settimana la Sinistra Arcobaleno perde un punto e cala dall'8 al 7%, mentre l'Unione di Centro che presenta Pier Ferdinando Casini come candidato premier, cresce di un punto e mezzo e raggiunge il 6,5%.
Il peso elettorale de La Destra e del Partito Socialista non era specificato nel precedente sondaggio, oggi viene stimato al 2,5% per il partito di Storace e nell'1% per il partito di Boselli.

Nessun commento: