martedì 11 marzo 2008

Sondaggio Crespi: il Pd riprende la rincorsa, flessione di Pdl e Italia dei Valori

Dopo il sondaggio Digis, viene pubblicato un secondo sondaggio relativo alla nostra quinta settimana di osservazione delle intenzioni di voto degli italiani.
Dal primo al 7 marzo tutti gli istituti avevano descritto una frenata della rincorsa del Partito Democratico al Popolo della Libertà, con un aumento del divario tra le due coalizioni.
Ora, secondo Crespi, ricomincia il cammino della coalizione guidata da Veltroni. Il Partito Democratico, infatti, secondo il sondaggio realizzato il 10 marzo, cresce di un punto percentuale portandosi al 31,8%, mentre l'Italia dei Valori subisce un calo dal 4,2 al 3%. Complessivamente, quindi, la coalizione guidata da Walter Veltroni perde o,2 punti percentuali, poco rispetto all'1,3 perso dalla coalizione di centrodestra, dove a sorpresa reggono e aumentano il loro peso elettorale Lega Nord e Movimento per l'Autonomia, ma subisce una pesante flessione il Popolo della Libertà. Il partito di Fini e Berlusconi, infatti, cala dal 37,9 al 34,8%, perdendo ben 3,1 punti percentuali, mentre la Lega Nord guadagna un punto e passa dal 5 al 6%. L'Mpa passa dal 2,2 al 3%.
Bene anche la Sinistra Arcobaleno, l'Udc e il Partito Socialista, che crescono tutti di mezzo punto raggiungendo rispettivamente il 7, il 7,4 e il 2%. Da notare che Crespi Ricerche è l'unico istituto di ricerca che attribuisce un peso maggiore all'Unione di Centro rispetto alla Sinistra Arcobaleno. cresce anche La Destra che, per Crespi, vale il 4,2% (0,2 punti in più rispetto al 45 del sondaggio precedente del 3 marzo).

Nessun commento: