mercoledì 12 marzo 2008

Sondaggi: Swg conferma il calo del PdL; distacco di soli 4,5 punti col Pd.

Il sondaggio pubblicato oggi da Swg conferma gran parte di quanto descritto da Crespi Ricerche nell'ultima rilevazione: un forte calo del PdL e una ripresa del Partito Democratico. Mentre per Crespi la perdita di consensi valeva 3,1 punti percentuali al Popolo della Libertà, Swg ora quantifica il calo in altrettanto pesanti 2,8 punti, infatti, il partito di Fini e Berlusconi scende in una sola settimana dal 37,5 al 34,7%. E, oltretutto, così come segnala Crespi, anche per Swg la Lega Nord guadagna un punto (passa dal 6 al 7%) e compensa in parte la perdita del Popolo della Libertà. Cala invece il Movimento per l'Autonomia dall'1,2 all'1%.
La coalizione guidata da Walter Veltroni, contrariamente, guadagna un punto. Il Pd passa dal 33,5 al 34,2, mentre l'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro passa dal 3,7 al 4%.
Complessivamente Swg, che è l'istituto che segnala il minor distacco tra centrodestra e centrosinistra, stima il vantaggio di Lega-Pdl-Mpa in soli 4,5 punti percentuali: mai il divario è stato così basso in questa campagna elettorale.
L'Unione di Centro invece per Swg frena nell'ultima settimana e perde consensi passando dal 6,7 al 5,5%. Mentre è in crescita La Destra di Storace con Daniela Santanchè candidata alla Presidenza del Consiglio che aumenta i suoi consensi dall'1,7 al 2,2%. La Sinistra Arcobaleno perde mezzo punto e si ferma al 6,7%, mentre il Partito Comunista dei Lavoratori di Marco Ferrando cresce dallo 0,5 allo 0,7% (mai segnalato così in alto).
Il Partito Socialista vale l'1%. La lista Prolife di Giuliano Ferrara invece, vale lo 0,5%.
Il dato significativo e comune a questi primi sondaggi della nostra quinta settimana di confronti è la ripresa della rincorsa del Pd al Pdl, il calo netto del partito berlusconiano e il mezzo punto conquistato da La Destra negli ultimi 7 giorni. Ovviamente la media settimanale (settimana 5), che pubblicheremo non appena avremo a disposizione almeno 5 o 6 sondaggi, sarà più chiara e affidabile nel descriverci i movimenti che avvengono nell'elettorato italiano in vista delle Elezioni Politiche di aprile.

Nessun commento: