giovedì 27 marzo 2008

Sondaggi: per Lorien il distacco Pd-Pdl è di 9 punti

Il quinto sondaggio che prendiamo in considerazione questa settimana per il calcolo della nostra media è quello di Lorien Consulting, realizzato tra il 21 e il 25 marzo per Il Sole 24 Ore.
Secondo questa rilevazione il divario tra l'alleanza Partito Democratico-Italia dei Valori guidata da Veltroni e il centrodestra composto da Popolo della Libertà, Lega Nord e Movimento per l'Autonomia è diminuito da 9,2 a 9 punti percentuali in una settimana (l'ultimo sondaggio Lorien era stato realizzato tra il 18 e il 20 marzo).
Il centrosinistra otterrebbe, infatti, il 35,5% dei consensi (tre decimi di punto in più rispetto al precedente sondaggio), mentre lo schieramento che ha in Silvio Berlusconi il suo leader salirebbe di un solo decimo di punto, dal 44,4 al 44,5%.
Cresce il Pd dal 32,2 al 32,5%, mentre resta stabile l'Italia dei Valori di Di Pietro al 3%. Dall'altra parte della barricata arretra il Pdl dal 39,4 al 39,1%, mentre aumenta i suoi consensi la Lega Nord (calcolata qui insieme al Movimento per l'Autonomia) di mezzo punto dal 4,9 al 5,4%.
Scende leggermente la Sinistra Arcobaleno dal 7,3 al 7,2%, mentre si mantiene stabile al 7,1% l'Unione di Centro di Casini.
La Destra, secondo Lorien, guadagnerebbe qualcosina passando dal 2 al 2,2%.
Il Partito Socialista non viene valutato singolarmente.

Così come avevano già segnalato Crespi Ricerche, Demoskopea, Ipsos e Demopolis (gli autori degli altri quattro sondaggi di questa settimana, 22-28 marzo), anche per Lorien cresce rispetto alla settimana scorsa il Partito Democratico, mentre perde consensi la Sinistra Arcobaleno. Questi due sono gli unici dati comuni finora a tutte le rilevazioni della settimana.

Nessun commento: