mercoledì 26 marzo 2008

Sondaggi: per Crespi distacco Pd-Pdl invariato nell'ultima settimana

Per Crespi Ricerche resta invariato il distacco tra le due principali coalizioni a tre settimane dal voto. Il sondaggio realizzato oggi, varia di poco ripetto a quello effettuato la settimana scorsa (20 marzo). Aumentano di un decimo di punto sia la coalizione Partito Democratico-Italia dei Valori (che passa dal 36,4 al 36,5%), sia l'alleanza tra Popolo della Libertà, Lega Nord e Movimento per l'Autonomia, che insieme raggiungono il 44% dei consensi. Distacco, quindi, stabile a 7,5 punti percentuali.
Il Pd di Veltroni passa dal 32,8 al 33%, mentre l'Idv di Antonio Di Pietro scende di pochissimo dal 3,6 al 3,5%. Nel centrodestra guidato da Silvio Berlusconi il Pdl cresce parecchio. Secondo Crespi il nuovo partito aumenterebbe i propri consensi di ben 1,1 punti, salendo dal 36,4 al 37,5% degli elettori. Flessione, però, della Lega Nord e dell'Mpa, che perderebbero entrambe mezzo punto, calando rispettivamente al 5,5 e all'1%.
Stabili Sinistra Arcobaleno (6,5%), Partito Socialista (2%), Unione di Centro (6%) e La Destra (4%). Nelle due ultime settimane Crespi Ricerche si è rivelato l'istituto di sondaggi che attribuisce al Partito Socialista e alla Destra il valore più alto tra tutti gli autori. Anche questa volta viene confermato una stima molto più alta rispetto alla media in entrambi i casi.

Questo sondaggio è il primo che pubblichiamo con interviste realizzate dopo il 21 marzo, è il primo sondaggio, quindi che sarà preso in considerazione per il calcolo della media settimanale numero 7.

3 commenti:

Angelo ha detto...

La Destra al 4% mi pare improbabile... ;-)

Osservatore politico ha detto...

Angelo, sono d'accordo con te. Ma da sempre Crespi Ricerche attribuisce un dato alto rispetto agli altri autori alla Destra e al Partito Socialista. Inserendo però moltissimi sondaggi (oltre 10) di diversi autori nelle medie settimanali, anche dati improbabili diventano poco influenti, quindi ti consiglio sempre di dare un'occhiata in più alle mie medie e ai grafici piuttosto che ai sondaggi dei singoli istituti. Ciao.

Angelo ha detto...

Ah be', credevo fosse un refuso :-D
Continua con questo buon lavoro, ciao.